Roger Degl'innocenti.